Glossario di armeria


  • ArmeriaAketon: Una tunica imbottita indossata sotto la cotta d’arme o anche da sola da soldati meno bene armati.
  • Alabarda: Arma che è una combinazione di una lancia e di un’ascia da guerra, fatta di una lama tagliente accompagnata da un rostro e che finisce in una punta, montata su di una lunga asta.
  • Alaunt: Vigoroso cane da caccia.
  • Amor Cortese: Un codice cavalleresco di comportamento verso le dame. I cavalieri dovevano provare il loro amore ad una dama (che spesso era fidanzata o sposata con un altro uomo) con atti eroici e recitando poesie d’amore.
  • Arma in asta: Un’arma montata su un lungo manico o impugnatura di legno.
  • Armi cortesi: Armi usate nei tornei cavallereschi.
  • Armi bianche: Armi che feriscono di punta o di taglio (spada, lancia, pugnale…)
  • Armi da botta: La clava, la mazza ferrata, il martello da guerra…
  • Armi da fuoco: Armi il cui funzionamento è basato sulla forza deflagrante della polvere pirica, sia portatili (fucile, moschetto, pistola…) sia disposte su affusti (cannoni, obici…)
  • Armi da getto: Armi da lanciarsi a mano a brevi distanze (giavellotto, frombola…) sia quelle da lanciarsi a maggiori distanze per mezzo di un congegno (arco, balestra, catapulta…)
  • Bacinetto: Tipo di elmo che arriva a coprire le orecchie, spesso indossato con visiera.
  • Balista: Macchina d’assedio che lancia grosse frecce.
  • Bandarese: Un cavaliere che comanda altri cavalieri.
  • Bolzone: Corta freccia per balestra.
  • Brigantina: Giubba foderata di piccole piastre di metallo attaccate con rivetti: le teste dei rivetti si vedono sull’esterno della giubba.
  • Camaglio: Protezione della testa e del collo in maglia di ferro, a volte attaccata a un bacinetto o a un elmo a becco di passero.
  • Cavalieri Teutonici: Il nome intero era Cavalieri Teutonici dell’Ospedale di Santa Maria di Gerusalemme. Un ordine religioso-militare formato da crociati tedeschi nel 1190-91 a San Giovanni d’Acri.
  • Chausse: Calze di maglia di ferro.
  • Coppello: Piccola piastra posta sul ginocchio e sul gomito.
  • Corazza: Protezione per petto e schiena.
  • Correggiato: Un’arma adattata da un attrezzo agricolo per la trebbiatura. Consiste in un manico sul quale è innestato un bastone costellato di punte.
  • Cotta d’arme: Un’armatura di maglia di ferro: originariamente si riferiva solo alla protezione del collo.
  • Cotta di piastre: Armatura per il corpo di materiale imbottito, o talvolta sormontato, da diverse piastre.
  • Courser: Cavallo veloce, talvolta cavallo da combattimento.
  • Crociate: Spedizioni militari cristiane combattute per proteggere la Chiesa e le popolazioni cristiane, o per riottenere possedimenti cristiani. Le più note sono quelle intraprese tra il 1095 e il 1270 per conquistare la Terra Santa dai Musulmani. La parola “crociata” viene dal latino crux, croce.
  • Cubitiera: Una protezione per il gomito.
  • Curie: Protezione di cuoio per petto e schiena.
  • Destriero: Grande cavallo o cavallo da guerra.
  • Duello d’onore: Lotta tra due contendenti per risolvere una questione d’onore in duello.
  • Elmo: Tipo di elmetto che copre completamente la testa.
  • Elmo a guanciali mobili: Un elmo che si apre sui lati per essere indossato, per esempio un elmo a becco di passero.
  • Farsetto da armatura: Farsetto con attaccata della maglia di ferro e con lacci per attaccare l’armatura.
  • Gambale: Protezione per la parte inferiore della gamba.
  • Geti: Cinghie di cuoio legate alle zampe di un falcone o di uno sparviero per trattenerlo.
  • Giannetto: Cavallo per una dama.
  • Ginocchietto: Una protezione per il ginocchio.
  • Giostra: In un torneo, combattimento tra due avversari a cavallo armati di lancia.
  • Guardacollo: Una protezione per il collo d’un cavallo.
  • Hakney: Un mediocre cavallo da sella.
  • Lancia: Asta di legno che terminava con una punta di ferro, da usare a cavallo.
  • Limitiere: Cane da caccia usato per fiutare la selvaggina.
  • Maglia: Armatura fatta di anelli di metallo intrecciati e rivettati.
  • Mangano: Tipo di catapulta che si mette in funzione usando corde, tendini o peli intrecciati.
  • Manopola: Guanto di ferro.
  • Martinetto: Sistema di pulegge per tirare indietro, avvolgendola, la corda di una balestra.
  • Maschio: Torre di pietra detta anche torrione.
  • Mazza: Arma con pesante testa di ferro, usata per rispondere a colpi di sfondamento.
  • Mazzafrusto: Arma con pesante testa di ferro chiodata, legata con una catena al manico di legno.
  • Motte: un cumulo di terra.
  • Padiglione: Disco circolare o conico di metallo fissato sulla lancia per proteggere la mano del cavaliere.
  • Palafreno: Un buon cavallo da sella.
  • Picca: Lancia molto lunga usata dai soldati a piedi.
  • Pollaxe: Lungo bastone sormontato da una testa d’ascia o da un martello con picca.
  • Pomolo (o pomo): Il peso sistemato sopra l’estremità dell’elsa della spada.
  • Punta: Cinghia con una punta di metallo, per attaccare parti di vestiario o di armatura.
  • Quadrella: Sottile punta di freccia per forare armature.
  • Resta: Un accessorio della corazza che aiuta a sostenere la lancia del cavaliere e impedirgli di essere spinta indietro al momento dell’impatto.
  • Rouncey: Un cavallo da sella di media qualità.
  • Scanalatura: Canale che corre al centro della lama di una spada verso la punta per ridurne il peso e rinforzarla.
  • Schiniere: Una protezione per la tibia.
  • Scimitarra: Spada corta e tagliente da un solo lato con una lama che si allarga verso la punta.
  • Spallaccio: Una protezione per la spalla, che sormonta petto e schiena.
  • Sperone a punta: uno sperone fornito di punta.
  • Sperone a stella: Uno sperone fornito di una rotellina a forma di stella.
  • Stendardo: Bandiera quadrata o rettangolare portata da un cavaliere bendarese, che mostra la sua arme.
  • Testiera: Protezione per la testa del cavallo.
  • Torneo: In un torneo, un combattimento a cavallo tra due squadriglie armate di lance, spade ed altre armi. Era un evento che comprendeva anche combattimenti a piedi.
  • Torrione: Grande torre o maschio.
  • Trabucco: Catapulta con pesi per abbassare il braccio, e una lunga fionda che poteva scagliare proiettili sopra le mura del castello.
  • Ufficiale di corte: L’ufficiale di un Signore, responsabile di questioni militari, cavalli, ecc…
  • Uomini d’arme: Termine utilizzato nel XIV secolo per comprendere cavalieri e scudieri: dal XV secolo comprese uomini in armatura di rango inferiore ai cavalieri e scudieri.
  • Vessillo: Lunga bandiera usata da re e nobili come punto di radunata.